Parquet oliato o verniciato?

La differenza c'è e si vede nel tempo

Non è una questione di prezzo ma tra parquet oliato o verniciato ci sono tante cose da tenere in considerazione.

Oliato o verniciato?

Se ci stiamo ponendo questa domanda, evidentemente abbiamo già capito che desideriamo portare, nella nostra casa, un elemento naturale che ci fornisca una sensazione di calore e benessere. Come è noto, esistono molte varietà di parquet. I principali parametri di scelta ricadono su fattori prettamente estetici o di prezzo ma, dobbiamo porre attenzione anche a valori importanti quali: salubrità e durabilità, ricordandoci che le finiture serviranno sia a proteggere da eventuali agenti aggressivi, sia a valorizzare i colori caldi e intensi, i nodi e le venature che da sempre rendono il legno protagonista indiscusso dell’abitare.

Cos’è la finitura?

La finitura è di fatto il sistema che ricopre il pavimento, insieme alle lavorazioni di superficie, una buona finitura ha l’obiettivo di conferire un alto valore estetico al pavimento che migliorerà con il passare del tempo. Ricordiamoci inoltre che il legno, per sua natura, è un materiale a poro aperto e pertanto, l’effetto nudo (tanto ricercato) non potrà rispondere in modo efficace all’esigenza pratica d’utilizzo. Proteggere il parquet è quindi una “conditio sine qua non” per assicurare resistenza, durabilità e bellezza.

La finitura fa la differenza

Sebbene esistano tanti prodotti, la scelta delle finiture si riduce a due opzioni: parquet oliato o verniciato. Per poter scegliere serenamente, non dobbiamo farne una questione di prezzo ma, capire esattamente come l’investimento potrà ripagarsi nel tempo e quanto inciderà da un punto di vista della salubrità e della manutenzione non solo ordinaria, ma anche e sopratutto straordinaria tenendo a mente che, il pavimento in legno di qualità si adatta a qualsiasi tipo di destinazione: dalla cucina al bagno, dalla camera da letto alla zona living.


Parquet oliato VS verniciato

La finitura a vernice

è molto richiesta in quanto presenta diversi vantaggi immediati: la superficie del parquet risulta facile da pulire, non necessita di particolari manutenzioni, non si vedono impronte o aloni ma, è una soluzione molto temporanea. Il “film” protettivo che copre il legno di un pavimento verniciato è molto sottile, calpestio e pulizia ordinaria consumeranno la pellicola lasciando il pavimento scoperto e non protetto; di conseguenza il parquet diventerà grigio, graffiato, macchiato e l’unica soluzione possibile (se possibile) sarà la levigatura, da un lato invasiva (sarà necessario sgomberare la casa per diversi giorni) e dall’altro insalubre (nell’aria rimarranno le polveri sottili e emissioni di vernice). Ricorda, i trattamenti filmanti sono tendenzialmente di due tipi: a vernice o a olio UV – si chiamano filmanti perché formano una pellicola che isola/protegge il legno da fuori – spesso non rispettano i dettami della bioedilizia perché non di origine naturale, minerale o vegetale e sono destinati a durare poco.

La finitura oliata

è sicuramente più costosa di quella a vernice ma dona al pavimento una aspetto più vero e si presta meglio alle lavorazioni di superficie speciali come (spazzolato, vissuto, anticato) dato che ne risalta le caratteristiche. A differenza della vernice l’oliato non ricopre la superficie, ma impregna le fibre del legno saturandone i pori per assicurare resistenza a qualsiasi tipo di sollecitazione meccanica. L’oliatura porta il pigmento naturale colorato nella fibra attraverso tutte le sostanze perse durante il processo di lavorazione; per questo motivo un pavimento oliato avrà un effetto naturale che migliorerà con il passare del tempo. Ricorda, i trattamenti impregnanti sono tendenzialmente di due tipi: olio naturale o cere/resine – si chiamano impregnanti perché vengono assorbiti dalla fibra del legno e la proteggono da dentro – rispettano i dettami della bioedilizia perché composti al 100% da sostanze naturali quali: olii, cere, resine e minerali.

L’oliato è per sempre mentre il verniciato no.


Oliato sì, ma di qualità

Non tutti i i pavimenti oliati sono uguali. Attenzione alle produzioni industrializzate dove la quantità di impregnante utilizzata è ridotta al minimo per abbassare i costi di produzione. Un pavimento oliato è molto performante solo se il legno riceve tutte le sostanze perse attraverso un processo di posa che prevede più strati di sostanze minerali e vegetali, 100% biocompatibili e stese, rigorosamente a mano. Il tempo di posa e il numero di passaggi di stesura possono incidere, in modo importante, non solo sul costo finale ma anche sulla durabilità nel tempo del parquet.

 

Hai ancora qualche dubbio?

lasciati ispirare e leggi il nostro eBook per fare una scelta più sicura

 

 

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Altre storie
Allergie: sai quali sono i nemici insospettabili del nostro benessere?